Doppler transcranico nella Medicina Subaquea: intervista al Dott. Limoni

Specialista in Neurologia ed in Neurochirurgia, nel 1986 il Dotto Paolo Limoni è stato fra i primi ad introdurre il doppler transcranico in neurochirurgia per il monitoraggio del vasospasmo post emorragia subaracnoidea. Dal 1995 al 2015 è stato Segretario/Tesoriere della Società Italiana di NeuroSonologia  ed Emodinamica Cerebrale ( SINSEC). Attualmente collabora con il Centro Iperbarico di Ravenna, dove esegue esami doppler per i subacquei.

Il Dott. Limoni interverrà durante il convegno EUBS nella giornata del 13 settembre all’interno della sessione dedicata al “SINSEC Sister Society”.

Dottor Limoni, può spiegarci su quali settori e problemi specifici è focalizzata la sua attività?

In qualità di collaboratore del Centro Iperbarico di Ravenna eseguo esami doppler transcranico per la ricerca di shunt destro, che rappresentano una parte del percorso diagnostico ideato per la pratica subacquea. Come membro del Consiglio Direttivo della SINSEC, svolgo la funzione di webmaster del sito istituzionale, coordino il programma di formazione / certificazione in NeuroSonologia sul territorio nazionale.

Su che cosa verterà il suo intervento al Convegno EUBS?

Presenterò la casistica di 6 anni di collaborazione nel Centro Iperbarico, con particolare riguardo ai risultati dell’esame doppler transcranico ( per la ricerca del shunt destro-sinistro) su oltre 400 soggetti esaminati.

Secondo la sua opinione, quali sono i tre fattori che stanno maggiormente influenzando e cambiando il settore di cui si occupa?

Il più importante fattore che ha cambiato il doppler transcranico è consistito nella sostituzione della tecnologia analogica con quella digitale nel trattamento dell’immagine ottenuta dalla sonda. Il secondo fattore è stato l’accoppiamento della tecnologia ecografica: oltre al segnale doppler proveniente dal vaso insonorizzato, è ora possibile visualizzare il vaso stesso. Queste innovazioni tecnologiche hanno reso la NeuroSonologia una disciplina indispensabile per la diagnosi ed il trattamento di ogni condizione patologica che coinvolga vasi arteriosi e/o venosi.

In attesa di poter ascoltare il suo intervento a EUBS 2017. ringraziamo il Dott. Limoni per la sua disponibilità e collaborazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Antispam *